NATALE: POCHE PERSONE ATTORNO AL TAVOLO, MA MOLTO CIBO

Natale è passato, purtroppo è stato un Natale come non avremmo pensato di vivere.
Ma anche se lo abbiamo trascorso in compagnia di un numero ristrettissimo di persone, le nostre tavole sono state comunque imbandite con ottimo e tanto cibo.
Cibo, cibo e ancora cibo!
Purtroppo, poco movimento fisico per via delle ormai note limitazioni e, diciamocelo pure, anche un po’ per pigrizia.

Il nostro palato ne sarà contento, ma chiediamoci se anche il nostro organismo lo sia.
Quindi cosa fare?
Lo abbiamo chiesto alla dottoressa nutrizionista Chiara D’Adda!

IMPARARE A SELEZIONARE IL CIBO

Cosa fare per non uscire rotolanti e pieni di sensi di colpa da questo periodo di giusto relax?
Come evitare di affacciarci a gennaio con qualche chilo in più?
Diventiamo dei fini strateghi e poniamo subito rimedio!
Il cibo non è un nemico, se impari ad amarlo ti renderà felice.
Puoi imparare a selezionare del cibo sano, senza minacciare la linea.

COLAZIONE, PRANZO, CENA E SPUNTINO

Dimenticate per questi giorni che seguono il Natale e la vigilia, i pasti ricchi di carboidrati, sembra difficile ma vi assicuro che ci si riesce benissimo.
Abolite pane, pasta, grissini, stuzzichini, risotti…insomma, tutto ciò che contiene cibi fatti con farine di vario tipo.
È importante mantenere una dose di carboidrati a colazione (vi ricordate l’importanza della colazione, vero?).
Si può spaziare dalle fette biscottate rigorosamente integrali o senza glutine, ad un toast, a biscotti (pochissimi mi raccomando) integrali o senza glutine, a cialde soffiate di riso o di cereali vari.
Un bel centrifugato depurante o drenante completerà il tutto.

Non esagerate però con la frutta! È buonissima e salutare, ma ricca di zuccheri e in questo periodo è ottima cosa ridurre l’apporto di zucchero, che purtroppo è onnipresente, anche in cibi non sospetti.
Ai pasti principali diamo via libera a tutto ciò che è proteico, facciamo cioè uso di proteine animali o vegetali (naturalmente No agli affettati di qualsiasi tipo e alle preparazioni di cibi fritti e/o molto unti).
Via libera anche ad abbondanti porzioni di verdure di tutti i tipi (crude o cotte), eliminando naturalmente le patate che contengono troppi amidi.

Via libera a tutto ciò che “zuppa, passato di verdure, minestroni (senza aggiunta di pasta, naturalmente), tenendo presente che col freddo aumenta fisiologicamente il desiderio di cibi caldi e liquidi.
Niente dolci, dolcini, dolcetti, cioccolata.
Niente bevande alcooliche: i brindisi non ci mancheranno nei prossimi giorni!
Solo una buona e trasparente acqua, in grandi quantità.
Per i più motivati: potete benissimo consumare 1 pasto sostitutivo al giorno. Sono ben fatti, completi, non vi tolgono forza e li trovate un po’ dappertutto oramai, anche nei supermercati.

Come fuori pasto, uno yogurt, una manciata di semi oleosi, una barretta confezionata.
Dopo cena…stop! Non si mangia più nulla!

CAMMINARE FA BENE

Ultima raccomandazione: bastano 10 minuti di camminata dopo i pasti per tener sotto bada la glicemia. Meglio una breve camminata (10 minuti, ripeto) tutti i giorni dopo i pasti, che mezz’ora o un’ora di movimento ogni tanto, quando abbiamo voglia o ce ne ricordiamo.
E questo secondo studi recentissimi, seri e ben monitorati.

POLPETTINE DI NATALE

Siete pronti a creare un po’ di atmosfera natalizia sulla vostra tavola?
Stefany ci propone un piatto molto semplice con le polpettine Amica Natura.
È possibile utilizzare le classiche polpettine di bovino, oppure BIO, o ancora a base di soia.
Un rotolo di pasta sfoglia e il gioco è fatto!

INGREDIENTI

polpettine Amica Natura
un rotolo di pasta sfoglia
un tuorlo

PREPARAZIONE

Srotolare il rotolo di pasta sfoglia e tagliare delle strisce di circa 2 cm.
Usare le strisce per formare un albero di natale, mettendo tra una striscia e l’altra, le polpettine.

Con delle formine fate una stella, da posizionare come punta dell’albero.
Con altre due strisce fare il tronco e la base dell’albero.
Usate la vostra fantasia e fate altre forme, come dei bambini, stelle, palline, cuori… quello che preferite!
Create un “paesaggio” attorno all’albero, per renderlo più bello!

Spennellare la pasta sfoglia con un tuorlo d’uovo e informare per 20 minuti a 200°.
Con questa semplice ricetta è possibile creare una bellissima atmosfera natalizia!

NATALE, POLPETTINE E FANTASIA

Una ricetta natalizia, gustosa e originale, per stupire gli ospiti!
Oggi Francesco e Valentina, dalle loro pagine Facebook e Instagram di “Nonsolocrianza”, hanno realizzato un mix di polpette su crema di funghi porcini e colata di fonduta al Bra .
Potete prepare le polpettine Amica Natura come aperitivo per le vostre cene o pranzi di Natale oppure nel cenone di Capodanno.

INGREDIENTI

Per la crema di funghi porcini:
400gr di funghi porcini (freschi o congelati)
300gr di patate
1spicchio di aglio
500ml di brodo vegetale
Olio evo q.b.

Per la fonduta al Bra:
100ml di panna liquida o latte
80gr di Bra
30 gr di parmigiano
Noce moscata, pepe bianco e sale q.b.

Polpettine Amica Natura:
100 g di polpette di carne
100 g di falafel
100 g di polpette di melanzane

PREPARAZIONE

Come prima cosa prepare la crema di funghi porcini.
In una pentola fate soffriggere l’aglio.
Quando dorato aggiungere le patate precedentemente sbucciate, lavate e tagliate a tocchetti.
Fatele insaporire e aggiungete i funghi (se utilizzate quelli freschi puliteli e tagliateli a fettine).Fate cuocere per qualche minuto mescolando frequentemente.
Aggiungere ora il brodo e lasciate cuocere per 20-25 minuti.
Quando il brodo sarà quasi completamente assorbito spegnete il fuoco e con un frullatore ad immersione frullate il contenuto riducendolo ad una crema.

Procedete poi preprando la crema al Bra.
Sciogliere in un pentolino il Bra con la panna o con il latte mescolando con una frusta.
Aggiungere il parmigiano, la noce moscata, il pepe e il sale fino ad ottenere una crema densa e senza grumi.

In una padella friggere in abbondante olio di semi le polpettine e i falafel Amica Natura.

Assemblate ora il piatto adagiando sul piatto di portata la crema di funghi, appoggiare le polpette e completate con la fonduta.
Buon appetito e buone feste!